Stefano Donno on twitter

sabato 14 ottobre 2017

Payper Corleone - Hustler's Spirit [Official Video]

The Chainsmokers - You Are Beutiful ft. Taylor Swift ( Official New HD V...

La Battaglia Dei Sessi | Cambiare le cose Spot HD | 20th Century Fox 2017

Top 5 Things You Missed in The Arrowverse – Week 1

Top 3 Most Intriguing Things in the New Stranger Things Season 2 Trailer

La viticoltura è l’avanguardia dell'agricoltura



In libreria e on line l’edizione 2018 di Slow Wine, la guida ai vini che conosce una per una le 1947 cantine recensite. «Incontrare i viticoltori, conoscere la viticoltura italiana è fondamentale per capire dove sta andando tutto il settore agricolo. In particolare, sono loro che ci stanno indicando quale direzione sia necessario prendere per ridurre l’impatto dell’uomo e dell’agricoltura sull’ambiente. In questo i nostri vigneron sono l’avanguardia di tutto il settore agricolo. Perché sono riusciti più di tutti a valorizzare i terreni vocati, e a mettere in atto quella che per Slow Food è la strategia di marketing più efficace: il racconto minuzioso e senza veli di tutto il processo produttivo.» Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Italia, saluta così la platea di oltre quattrocento produttori arrivati da tutta Italia per festeggiare insieme a Slow Food l’edizione 2018 di Slow Wine, la guida che racconta l’Italia del vino (e non solo) edita da Slow Food editore. Una guida che da sempre non si limita a recensire i vini in base alla mera degustazione, ma che visita tutte le aziende censite, lungo i filari e in cantina con i produttori. Otre trecento collaboratori hanno girato tutta Italia assaggiando oltre 24 mila vini per recensire alla fine le 1947 cantine che trovate in guida, coordinati da una redazione che, curatori a parte, conta sulle forze di una robusta redazione composta da Fabio Pracchia, Jonathan Gebser e Davide Panzieri. «Il nostro giudice ultimo è il lettore finale. Per questo scriviamo una guida che vogliamo sia di facile accesso anche per chi, per quanto appassionato, si sta  avvicinando al mondo del vino e ha bisogno di qualche dritta. E poi Slow Wine può essere un compagno di viaggio: segnaliamo infatti anche quelle cantine che offrono accoglienza e ristorazione», sottolinea Giancarlo Gariglio, curatore insieme a Fabio Giavedoni della guida: «È in questo contesto che si devono leggere le numerose indicazioni contenute dalla nostra guida. Tra queste ci sta particolarmente a cuore quella del Vino Quotidiano: per noi queste etichette hanno pari dignità dei grandi vini, perché si rivolgono a tutti. Proprio quest’anno è stato più complicato individuarli: non è facile stare sotto la soglia dei 10 euro con situazioni climatiche e ambientali sempre più complicate soprattutto a Nord, dove si fa agricoltura di pendenza. E l’annata 2017 non ci renderà la vita facile l’anno prossimo: con l’impennata del prezzo dell’uva temiamo incremento del 10, 20% del vino artigianale». In questo lavoro di ricerca e selezione è stata importante la collaborazione della Fisar: «Oggi, con la presentazione della guida Slow Wine 2018, Fisar torna a scrivere insieme a Slow Food un nuovo capitolo di una storia che si rinnova per altri tre anni nell’augurio di un sodalizio sempre più operativo e duraturo. Una partnership che racconta, con competenza e passione, tutte le storie e gli “attori” che hanno fatto grande il patrimonio vitivinicolo del nostro Belpaese», dichiara Valerio Sisti, consigliere Fisar. Presentata la guida, i curatori pensano già alle sfide future: «Vogliamo esportare il metodo Slow Wine in altre parti del mondo. Quest’anno abbiamo iniziato con la California, ma vorremmo riuscire a lavorare anche in altri Paesi in Europa. Ma la vera sfida che affrontiamo ogni giorno è quella di essere sempre più informati e presenti, e concentrarci sempre più per avere un quadro più completo possibile della catena di produzione in tutte le sue fasi. Se, come abbiamo fatto noi, si sposta l’attenzione dal bicchiere alla vigna, se si va oltre la mera degustazione e analisi sensoriale, sono richieste conoscenze tecniche e agronomiche più precise. A maggior ragione con il cambiamento climatico in atto. Insomma siamo consapevoli di dover studiare e conoscere un’enologia e un’agronomia che si dovrà adattare a questi fenomeni».
I numeri - Un dato che vogliamo segnalare è sicuramente l'aumento delle cantine biologiche o in conversione. Otto anni fa, anno della prima edizione della guida targata Slow Food, era difficile trovare aziende che si avvicinassero a colture biologiche e naturali, soprattutto al Nord, mentre oggi il diserbo è praticamente assente. Un passo avanti incredibile: è del 60% l'incremento delle aziende biologiche o biodinamiche recensite in guida rispetto alla prima edizione. Una crescita determinata sopratutto della conversione delle aziende del Nord, una volta meno propense a rischiare a causa di condizioni climatiche meno vantaggiose rispetto al Sud.  Non resta altro quindi che andare in libreria o cliccare sullo shop di Slow Food Editore per acquistare l'unica guida che conosce le cantine recensite una a una!
Slow Wine 2018 in pillole / 1947 cantine segnalate in guida /24.000 i vini degustati
195 chiocciole che interpretano al meglio i valori (organolettici, territoriali, ambientali) in sintonia con Slow Food / 281 Vini Slow oltre all'ottima qualità organolettica, riescono a condensare nel bicchiere caratteri legati a territorio, storia e ambiente
175 Grandi Vini eccellenti sotto il profilo organolettico
174 bottiglie i produttori che sanno esprimere un'ottima qualità per ciascuna delle etichette presentate
237 Vini Quotidiani le migliori bottiglie a meno di 10 euro in enoteca
99 monete le realtà che garantiscono un buon rapporto tra la qualità e il prezzo per tutte le bottiglie recensite
100 Locali del Bere Slow
727 cantine che offrono lo sconto del 10% sull'acquisto dei vini presentandosi con la guida
e in più...
il simbolo della chiave e quello della pentola per indicare rispettivamente quelle cantine che offrono la possibilità di fermarsi a dormire e/o mangiare: una vera e propria agenzia di viaggi enogastronomica prêt-à-porter!

Jeffrey C. Hall Says Nobel Prize 'Unexpected'

Michael Rosbash awarded Nobel Prize in Physiology or Medicine

Michael Rosbash (Brandeis): Understanding Circadian Rhythms

giovedì 12 ottobre 2017

ALMA, French Montana - Phases (Official Video)

Bacio feroce di Roberto Saviano (Feltrinelli)



Sigillano silenzi, sanciscono alleanze, impartiscono assoluzioni e infliggono condanne, i baci feroci. Baci impressi a stampo sulle labbra per legare anima con anima, il destino tuo è il mio, e per tutti il destino è la legge del mare, dove cacciare è soltanto il momento che precede l’essere preda. La paranza dei bambini ha conquistato il potere, controlla le piazze di spaccio a Forcella, ma da sola non può comandare. Per scalzare le vecchie famiglie di Camorra e tenersi il centro storico, Nicolas ’o Maraja deve creare una confederazione con ’o White e la paranza dei Capelloni. Per non trasformarsi da predatori in prede, i bambini devono restare uniti. Ed è tutt’altro che facile. Ogni paranzino, infatti, insegue la sua missione: Nicolas vuole diventare il re della città, ma ha anche un fratello da vendicare; Drago’ porta un cognome potente da onorare; Dentino, pazzo di dolore, è uscito dal gruppo di fuoco e ora vuole eliminare ’o Maraja; Biscottino ha un segreto da custodire per salvarsi la vita; Stavodicendo non è scappato abbastanza lontano; Drone, Pesce Moscio, Tucano, Briato’ e Lollipop sono fedeli a Nicolas, però sognano una paranza tutta loro... Fra contrattazioni, tradimenti, vendette e ritorsioni, le vecchie famiglie li appoggiano per sopravvivere o tentano di ostacolarli – come il Micione che prova a riprendersi le piazze seminando discordia direttamente in seno alle paranze. Una nuova guerra sta per scoppiare? Prosegue il ciclo della Paranza dei bambini e Roberto Saviano torna a raccontare i ragazzi dei nostri giorni feroci, nati in una terra di assassini e assassinati, disillusi dalle promesse di un mondo che non concede niente, tantomeno a loro. Forti di fame. Forti di rabbia. Pronti a dare e ricevere baci che lasciano un sapore di sangue.

Top 10 Scenes in Trailers That Were Not In The Movie

The Myth of the "Intimidating Woman" (Matthew Hussey, Get The Guy)

NYC WaterFight 2015

Federica Mogherini at the 2017 Bled Strategic Forum

Appello per l'unità del centro destra leccese di Mauro Giliberti

martedì 10 ottobre 2017

DMA'S - Dawning (Official Video)

Top 10 Celebrities That Adorably Surprised Their Fans

Top 10 BEST & WORST Lord of the Rings Games!

Ivana Spagna e gli eventi paranormali della sua quotidianità. La cantante si svela nel suo libro “Sarà capitato anche a te”



“Vi è mai capitato di pensare a una persona che non vedete da tempo e poi incontrarla per strada? Vi è mai capitato di vedere in sogno situazioni che si sono poi trasformate in realtà? O di avere avuto, sempre in sogno, un contatto con i vostri cari defunti? E di vedere un’entità, uno spirito, un fantasma?”. A Ivana Spagna sì, è capitato tante volte di vivere episodi a cui non è mai stato impossibile dare una spiegazione razionale. Episodi che adesso, per la prima volta, ha deciso di raccontare in un libro. “Sarà capitato anche a te” (Edizioni Lswr, in uscita il 12 novembre 2017) è la sua raccolta di tanti piccoli episodi tra sogni premonitori, eventi “miracolosi” e visioni di entità non umane che la cantante ha vissuto. Per mettere nero su bianco quanto le è capitato tra momenti di vita quotidiana e durante le sue tournée, Ivana Spagna affronta le sue paure perché, si sa, parlare di questi episodi è sempre difficile. Il rischio che si corre è sempre quello: “Essere presi per matti. L’ho sempre temuto – confessa nella sua prefazione – ma mi sono fatta coraggio e ho deciso di iniziare a raccontare tutti i fatti strani che ho vissuto”. Fatti che, in realtà, sono più comuni di quanto si possa immaginare. “Sarà capitato anche a te” si apre con l’immagine di una bambina che le fa visita in sogno. Chi era quella bimba con il fiocco bianco sul capo? Perché, insieme alla nonna della cantante, le rivolge un saluto e le sorride? Ivana Spagna troverà risposte alle sue domande il giorno seguente, durante il concerto nella città in cui quella bambina aveva vissuto anni prima e incontrando - inaspettatamente - i suoi genitori. Seguono i racconti dei sogni premonitori con protagonista la nonna che diverse volte era riuscita a fornirle delle dritte sui numeri giocare al lotto. Numeri che poi, scoprirà la cantante, le avrebbero permesso di centrare i montepremi, se solo li avesse giocati. Una volta c’è anche riuscita. E poi ancora, Spagna parla di quei sogni che l’hanno più volte avvertita dei pericoli a cui sarebbe andata incontro dopo non molte ore e della sua capacità (seppur saltuaria) di avvertire l’arrivo di terremoti. Nel suo nuovo libro Ivana Spagna ricorda anche quegli incontri inspiegabili con entità che non sa come definire. Erano “spiriti”? Fantasmi? Cosa volevano comunicarle? Perché le hanno fatto visita? A queste domande non è mai riuscita a dare una risposta. Un racconto è dedicato anche al legame della cantante con San Pio da Pietrelcina, a cui lei e la madre erano molto devote, e a quel possibile miracolo (difficile trovare un’altra parola per definirlo) che salvò un suo amico da una morte certa dopo un terribile incidente stradale. “Sarà capitato anche a te” non è soltanto un libro sulle esperienze e gli episodi paranormali che ha vissuto Spagna. L’autrice riesce a raccontare il legame speciale con la sua famiglia, la sua profonda fede cattolica e l’amore per gli animali. Quello che viene fuori è l’autoritratto di una donna che crede nella famiglia, nei legami di amicizia sinceri, nella preghiera e nella semplicità. Un ritratto, quindi, sconosciuto a gran parte del suo pubblico e che adesso la stessa cantante svela tra le pagine di “Sarà capitato anche a te”.

L’autrice - Cantautrice e scrittrice di successo da oltre trent’anni, è diventata famosa tra il grande pubblico nella seconda metà degli anni Ottanta, quando i suoi singoli hanno scalato le classifiche italiane ed europee. Negli anni Novanta ha collezionato nuovi successi vincendo quattro Telegatti e classificandosi terza e quarta al Festival di Sanremo. Nel 2006 le è stato consegnato il Disco d’Oro alla Carriera per aver superato il traguardo degli 11 milioni di dischi venduti. A partire dagli anni 2000 ha affiancato all’attività di cantautrice quella di scrittrice di successo, pubblicando la fiaba Briciola, storia di un abbandono (2002) e l’autobiografia Quasi una confessione! (2011).

Il libro
Sarà capitato anche a te
Edizioni Lswr – 6 novembre 2017
Isbn: 978-88-6895-608-0
Brossura, 176 pagine, 14 x 20 cm

Nel nome di Allah. L'autorità religiosa nell'Islam di Elisa Giunchi (Jouvence)



Mistici, giuristi, predicatori, imam, santi: sono alcune delle figure che per secoli hanno esercitato autorità religiosa nel mondo musulmano, elaborando, custodendo e trasmettendo la dottrina. Gradualmente subordinati allo Stato moderno, gli esperti del sacro sono stati affiancati nell'ultimo secolo da altre figure - autodidatti in materia religiosa che si ergono a guida della comunità dei fedeli e contestano sia l'islam ufficiale sia quello "tradizionale". I new media, pur dando visibilità a queste nuove voci, non fanno che amplificare un'eterogeneità pre-esistente. Come spiegare, allora, il declino degli esperti del sacro e la parallela proliferazione di voci alternative che oggi è così evidente? Il libro cerca di rispondere a questa domanda ripercorrendo l'evoluzione delle figure "tradizionali" di autorità dal VII secolo fino alla proclamazione del califfato nel 20I4.

lunedì 9 ottobre 2017

Another Top 10 Movie Geniuses

Top 10 Weirdest Anime For Kids

Il ponte dei delitti di Philip Gwynne Jones. Traduttore: M. Bisanti (Newton Compton)



Un antico libro di preghiere. Un patto misterioso. Una città piena di ombre.Nathan Sutherland, console inglese a Venezia, ha il compito di risolvere i problemi dei suoi connazionali in visita nella città lagunare. Un lavoro di solito noioso, ripetitivo, almeno fino a quando a Nathan non capita un'occasione singolare: gli viene offerta una grossa somma di denaro per custodire un piccolo pacchetto. All'interno è contenuto un libro di preghiere illustrato dal maestro veneziano Giovanni Bellini. La proposta è allettante, per Nathan può voler dire cambiare vita e dedicarsi ai suoi passatempi preferiti. Ma suo malgrado si troverà al centro di una disputa pericolosa, un business mortale, iniziato vent'anni prima dai gemelli Domenico e Angelo Moro, che ruota intorno a un furto misterioso...

Macro pop 2