Stefano Donno on twitter

giovedì 9 marzo 2017

Dal 9 marzo in libreria per Novecento Editore I RAGAZZI DELLA BOMBA di Riccardo Besola

Una fuga contro il tempo nella Milano degli anni Settanta. “Lucio mi ha lasciata. Due giorni fa. Gestisce il collettivo del liceo. Stamattina alle otto e mezza ha organizzato un’assemblea in aula magna, dovevano mettere ai voti l’occupazione, e allora io volevo fargliela pagare. Non doveva lasciarmi, allora con Renata stamattina ci siamo trovate al bar e mentre lei distraeva il barista io mi sono messa a fare quella chiamata. C’è una bomba, ho detto. Ho recitato bene. Sono arrivati i poliziotti e hanno fatto sgomberare la scuola. Hanno mandato a puttane l’assemblea, vaffanculo, così si impara a lasciarmi, quello stronzo! Ma poi qualcosa è esploso. C’era davvero una bomba!”
IL LIBRO - Milano 1978. Alice, 17 anni, capelli biondi e giacca a vento azzurra, chiama la polizia per vendicarsi del fidanzato che l'ha appena lasciata: “C'è una bomba al liceo Beccaria nell'aula magna!”. Lo dice con voce cattiva e tranquilla, come ha provato tante volte nella sua stanza sotto il poster del suo calciatore preferito. Ma il più classico degli scherzi telefonici diventa l'inizio di un incubo. Perché la bomba c'è davvero ed esplode. Nella sua fuga, Alice, creduta ormai una terrorista, incrocia la strada di Ennio Vara, spilungone fotofobico con la faccia da buono che continua a fare cose che non dovrebbe, visto che già una volta l'hanno messo nei guai. Ennio vuole solo rigare dritto per non finire di nuovo in gattabuia, ma i guai, si sa, vengono sempre a multipli di tre. La sua 127 ancora da pagare è il mezzo in cui si nasconde la piccola Alice nella sua fuga. La ragazza ha solo una possibilità: scoprire chi ha messo quella bomba. Ci riuscirà prima di essere catturata? Colpo di scena dopo colpo di scena, il nuovo romanzo di Riccardo Besola è un libro che non si riesce a mettere giù, con una galleria di riuscitissimi personaggi che si guadagnano il loro spazio nella memoria: la feccia del bar Minerva, la dolce Marisa Galli che rapisce il cuore di Ennio, il commissario Argento e la sua lotta contro il tabagismo.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Macro pop 2